Proteggere ciò che si ama

La sensibilità alla bellezza non può, da sola, salvare l’ambiente naturale: non è un fattore sufficiente. Ma è un elemento necessario. Perchè si può davvero proteggere e preservare solo ciò che si ama…

La relazione di sfruttamento, di stupro, di spregio della natura caratterizza la nostra civiltà, è una ferita profonda e terribile che ci portiamo dentro tutto il tempo…

Molte delle patologie individuali e sociali che ci affliggono sono originate da un’estranizione dalla natura…

Finchè questa ferita non sarà sanata non potremo arrivare a uno stato di vera salute.

tratto da La Bellezza e l’Anima di Piero Ferrucci

FacebookTwitterGoogle+PinterestCondividi