CANI CHE FIUTANO LE MALATTIE

Il fiuto dei cani per scovare i tumori quando non sono stati ancora diagnosticati. E’ una possibilita’ prospettata da diversi studi scientifici e che presto sara’ sperimentata anche in Italia. Un addestratore italiano, Marco Sincovich, si sta formando in Inghilterra e sono stati gia’ individuati sei cani tra i quali scegliere il ‘pioniere’ italiano: tre Labrador, un Border Collie, un bracco tedesco e un Malinois.

MEDICAL DETECTION DOGS – E’ il progetto di Medical Detection Dogs Italia Onlus (Mddi Onlus), associazione senza fini di lucro che sostiene la ricerca scientifica medica sull’impiego dell’olfatto del cane per il rilevamento di malattie.Mddi punta, salvando animali abbandonati e destinati a una fine tragica o a una vita di randagismo, a formare ed educare ‘cani detective’ rendendoli capaci, attraverso il loro fiuto, di rilevare le crisi legate a diverse patologie metaboliche come diabete, narcolessia, morbo di Addison.

IL PROPRIETARIO - L’animale, avvisando il proprietario-malato, potrebbe cosi’ evitare eccessive medicalizzazioni, in molti casi l’ospedalizzazione e crisi anche potenzialmente mortali. L’intero progetto nasce dall’incontro e la collaborazione di studiosi italiani con gli esperti inglesi, da tempo impegnati nelle ricerche sull’”uso diagnostico” dell’olfatto di questi animali. (AdnKronos)

Qui potete leggere la ricerca.Se ti è piaciuto l’articolo iscriviti al mio blog, oppure seguimi sulla pagina Facebook di Terra Madre

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

FacebookTwitterGoogle+PinterestCondividi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.