I MILLE USI DEGLI OLII ESSENZIALI

Gli olii essenziali possono essere utilizzati in tantissimi modi, come ho già spiegato il alcuni miei articoli. Ho trovato, però, un nuovo sito con tante altre idee molto interessanti: Naturalmentesalute.org.

Ecco le ricette:

 Un metodo conosciuto di usare gli olii essenziali è quello di utilizzare impacchi (o compresse) freddi o caldi per alleviare infiammazioni e dolore. Si aggiungono 4 o 5 gocce di olio essenziale in acqua molto calda o fredda. Si immerge nell’acqua un panno di cotone, lo si strizza e lo si metterà nella zona da trattare, ripetendo questa operazione più volte.

· Gli impacchi caldi sono indicati nel mal di schiena, artrite, reumatismi, ascessi, mal di denti, otite.

· Quelli freddi per distorsioni, stiramenti, cefalee, scottature, infiammazioni, punture insetti ecc..

Gli olii essenziali possono essere aggiunti ai pediluvi, maniluvi, semicupi, collutori e all’acqua del bagno per trattare molti disturbi fisici e psichici.

· Nei pediluvi si possono mettere da 6 a 10 gocce di essenza/e in un catino di acqua calda e lasciare i piedi a bagno per circa 10 minuti.

· Nei semicupi per l’igiene intima, miscelare 8-10 gocce di essenza/e in sale marino integrale o aceto di mele o in acqua. 

· Per la doccia 3-4 gocce su un guanto di spugna bagnato massaggiare delicatamente tutto il corpo.

 Gli olii essenziali possono essere diluiti in creme, lozioni o oli per il viso e corpo, shampoo o impacchi per capelli, deodoranti per il corpo, dentifrici e collutori.

· In generale per trattare il viso si miscelano 2 gocce di essenza in 1 cucchiaio di olio vegetale (o 5-10 gtt. in 25 ml) di avocado, jojoba o germe di grano ecc..; oppure si aggiungono alle abituali creme per il viso e corpo.

· Per fare un tonico per il viso miscelare in 100 ml. di acqua distillata 3 o 4 gocce di essenza, a cui si può eventualmente aggiungere dell’alcool.

· Per fare una crema detergente per il viso miscelare bene in un po’ di acqua distillata, 1 cucchiaio di farina di avena e 1 goccia di lavanda.

 

Per i problemi ai capelli come caduta, forfora, capelli secchi o grassi, si possono miscelare le essenze appropriate in shampoo neutri, oli vegetali o acqua.

· Negli shampoo miscelare 15-30 gocce di essenza/e in 200 ml di shampoo neutro o sapone liquido (500 ml. acqua aggiungendo 50 gr. di sapone Marsiglia in scaglie).

· Per impacchi ai capelli secchi, fragili o con doppie punte, miscelare 2 gocce di essenza in 1 cucchiaio di olio di oliva o soia o jojoba, oppure 20 gocce di essenza in 50 ml di olio base; applicare su tutta la capigliatura e lasciare in posa per 20 minuti, far seguire lo shampoo. 

· Per lozioni mettere 2 gocce di essenza ben miscelate (raccomandato) in un cucchiaio di olio base sul cuoio capelluto e massaggiare vigorosamente, si lasciare agire per mezz’ora circa a cui seguirà uno shampoo. 

· Per risciacqui rinforzanti o riflessanti ai capelli si possono mettere 3-5 gocce di essenza diluite in 1 litro di acqua da versare sui capelli inumiditi e poi asciugarli. 

· Nelle sudorazioni eccessive o maleodoranti miscelare 2 gocce di essenza al succo di un limone o acqua e applicare con una spugna nelle zone da trattare.

 · Per preparare un deodorante o profumo per il corpo, miscelare 10-15 gocce di essenza in 50 ml. di acqua di fonte o distillata ed eventualmente aggiungere per metà dell’alcool puro.

· Per fare un dentifricio si aggiungono a 100 ml di acqua pura, 8 gocce di essenza, un po’di argilla bianca e sale. 

· Nei collutori per sciacqui alla bocca e cavo orale, mettere dell’acqua pura o distillata in una bottiglietta da 100 ml e aggiungere 2-4 gocce di olio essenziale/i, agitare bene e sempre prima dell’uso. 

Con gli olii essenziali si possono preparare acque profumate per il corpo e l’ambiente, ravvivare pot –porri, profumare carte da lettera, inchiostri, candele, bastoncini profumati, aromatizzare alimenti ecc..

· Per preparare un’acqua profumata per rinfrescare il corpo, abiti o profumare gli ambienti (tappezzeria, divani, tende ecc..) miscelare a 50 ml di acqua di fonte 10-15 gocce di essenza/e, agitare bene prima di dell’uso.
· Generalmente occorrono 10 gocce di essenza per rigenerare il profumo dei fiori secchi e pot-pourri.

·Per profumare la carta da lettera, mettere in una scatola la carta con vicino della bambagia o tessuto imbevuto con l’essenza preferita, lasciare la scatola chiusa per almeno 2 giorni.· Per profumare l’inchiostro della penna da scrivere, versare qualche goccia di essenza nella cartuccia e agitare bene, si può anche aggiungere un po’ di acqua.
· Per profumare candele, accendere la candela e attendere, quando la cera inizia ad ammorbidirsi spegnere la candela e versare 1 o 2 gocce nella cera calda.

 · Per ottenere un tè aromatico, aggiungere 3 gocce di essenza in 100 gr. di tè nero, chiudere bene in un contenitore e agitare; lasciare a riposo per 1 o 2 settimane.

· Per ottenere un miele aromatico, mescolare bene a 500 ml di miele 10 gocce di essenza.Se ti è piaciuto l’articolo iscriviti al mio blog, oppure seguimi sulla pagina Facebook di Terra Madre

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

FacebookTwitterGoogle+PinterestCondividi

Trackbacks

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.