AMARTYA SEN: FILOSOFO ECONOMISTA

 

Amartya Sen, filosofo-economista indiano, Nobel per l’economia, lavora anche con le Nazioni Unite allo sviluppo di un nuovo indicatore, l’indice dello sviluppo umano. Il pensiero economico di Sen tenta di superare i tradizionali parametri economici che misurano il tenore di vita di una popolazione (pensiamo, appunto, al PIL, al PIL pro capite, al numero di apparecchi TV o di automobili, ecc.). Nei suoi ultimi libri, inoltre, tenta di tornare al pensiero filosofico nientemeno che di Aristotele, riprendendo l’eudaimonìa: il vivere bene, compiuti, felicemente (la traduzione non rende la complessità del pensiero filosofico che i vari antichi hanno speso per comprenderla). Per dirla in senso metaforico, un buon daimon deve esserci capitato se siamo soddisfatti della nostra esistenza. Tuttavia, tale soddisfazione può non rientrare all’interno di una misura classica di benessere economico. Ad esempio, se siamo richiamati da una vita riparata, intenti allo studio o alla spiritualità, non stiamo producendo PIL. Eppure, se la società in cui viviamo ci permette di vivere una tale vita, per Sen è una società più sviluppata di un’altra che non lo fa.Il filosofo-economista indiano riprende Aristotele, ma aggiunge un fattore fondamentale: non tutti gli uomini sono uguali, anzi, ognuno di noi persegue fini diversi per raggiungere la felicità. Questa visione, che è una vera novità per il pensiero occidentale, affronta un tema molto caro alla tradizione indiana che è quello della diversità delle aspirazioni. In particolare, Sen rimprovera Aristotele di aver confezionato una lista di fini universale, mentre l’idea nuova è che un’economia prospera quando aumentano le capacità degli individui che la compongono di raggiungere i fini a ciascuno assegnati dal proprio daimon.

Se ti è piaciuto l’articolo iscriviti al mio blog, oppure seguimi sulla pagina Facebook di Terra Madre

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

FacebookTwitterGoogle+PinterestCondividi

Trackbacks

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.